I Romani

18/10/2021

Tanto tempo fa in Italia viveva un popolo: i Romani. I romani hanno costruito la città di Roma. Adesso Roma è una città importante e grandissima (è la capitale dell'Italia) ma prima dei romani Roma non c'era, c'era solo la campagna.  

La Lupa Capitolina

La storia di Romolo e Remo 

C'è una storia che racconta che la città di Roma è stata fondata (=iniziata a costruire) da un ragazzo che si chiamava Romolo. La storia è questa: Romolo ha un fratello che si chiamava Remo. La loro mamma abbandona Romolo e Remo quando erano molto piccoli. Una lupa trova i bambini; la lupa invece di uccidere i bambini per mangiarli dà a Romolo e Remo il suo latte e il suo calore e i bambini si salvano. Romolo da grande inizia a costruire la città di Roma, proprio sulla stessa collina dove la lupa aveva salvato lui e suo fratello. Romolo diventa il primo Re di Roma.

La città di Roma cresce 

Roma intanto diventa sempre più grande e più importante e molte persone da tutto il resto dell'Italia, e anche da più lontano, vanno a vivere a Roma. La popolazione di Roma antica è divisa in 3 classi sociali (=gruppi di persone; ogni persona apparteneva a uno di questi gruppi in base a quanto era ricco): 


Patrizi: sono molto ricchi, vivono in case molto belle ed hanno il potere (possono decidere cose importanti che poi gli altri devono fare). 

Plebei: sono le persone più povere, fanno dei lavori semplici per poter vivere, vivono in case piccole e non hanno potere. 

Schiavi: sono proprietà dei padroni, cioè appartengono ai padroni, come degli oggetti, fanno i lavori più pesanti e non hanno nessun diritto. 

Dopo Romolo ci sono stati altri re. Il re non è da solo a governare (=prendere le decisioni) ma è aiutato da un certo numero di anziani (=persone vecchie) che formano il senato. Il senato è molto importante a Roma perché i senatori prendono tutte le decisioni. Solo le persone ricche (patrizi) possono diventare senatori. 

Le case dei romani 

Roma diventa sempre più grande: ci sono strade, negozi e molte case. Le case dei romani sono di due tipi: 

Insula: è la casa dei plebei. Sono grandi case su più piani divise in piccoli appartamenti, un po' come i nostri condomini di adesso! Le finestre non hanno vetri, il letto é di mattoni, non c'é il bagno. sono case costruite sulle strade, con i negozi al piano terra. 

Domus: è la casa dei patrizi. E' piena di oggetti preziosi (=che hanno molto valore) e di bellissime decorazioni e è al piano terra. Nella domus vive una sola famiglia e la casa ha un bel giardino.

I romani passano molto tempo fuori casa e amano andare alle terme. Qui i romani possono lavarsi e farsi i massaggi. Le terme sono luoghi pubblici (=tutti ci possono andare), c'è l'acqua calda e il vapore. Le terme sono anche anche luoghi d'incontro dove si può parlare con gli altri e sapere le notizie (al tempo dei romani non ci sono la tv e la radio! Per sapere cose succede si può solo ascoltare i racconti degli altri!). 

Il cibo 

Ai romani piace molto mangiare. Di solito a colazione mangiano pane e formaggio. A pranzo pane carne fredda frutta e vino. La cena c'è verso le quattro del pomeriggio ed è il momento in cui si mangia di più: le cene romane sono molto lunghe, possono durare anche tuta la notte! I romani mangiano pesce, carne, legumi (come fagioli, lenticchie....), verdura, formaggio e pane. Usano molto il miele, l'olio d'oliva e il vino.  

L'olio viene dalle olive. Ancora oggi l'Italia è molto famosa per il suo olio d'oliva. I romani lo usano molto, sia in cucina che per usi estetici (= per la bellezza del corpo). Infatti si danno l'olio sulla pelle per rendere la pelle più morbida e luminosa.

Il vino si fa con la pianta dell'uva. L'albero dell'uva si chiama vite.  

Le persone ricche mangiano tutte queste cose tutti i giorni nelle loro belle case, serviti dagli schiavi e seduti su lunghi divani. I poveri e gli schiavi invece mangiano poco e soprattutto pane e legumi (alimenti che costano meno). 

La mia casa a Roma (A1) 

Mi chiamo Francesca e abito nel centro di Roma. La mia casa è un po' piccola ma molto confortevole. Qui vivo con mio marito e i miei due figli. La porta della casa è di legno, mentre le pareti sono tutte colorate. La mia stanza preferita è la cucina. Qui preparo tante cose buone per i miei bambini. Nella cucina ci sono un tavolo rotondo e quattro sedie. Nel soggiorno ci sono un divano, un mobile per la televisione e un tappeto. La sera mi rilasso sul divano con la mia famiglia. La camera matrimoniale ha le pareti beige e un grande comò. Sul comò ci sono uno specchio, tre cornici con le foto e il mio profumo. La camera dei bambini ha le pareti celesti. In questa stanza ci sono una scrivania, due sedie, due letti e un grande armadio con quattro ante. Il bagno è piccolo ma luminoso. 


Hai capito il testo? 

In quale città abita Francesca? 

a) a Bologna 

b) a Venezia 

c) a Roma 

d) a Milano 

2) Com'è la casa di Francesca? 

a) è grande e confortevole 

b) è piccola ma confortevole 

c) è grande ma scomoda 

d) è piccola e scomoda 

3) Quali mobili ci sono in cucina? 

a) il tavolo e le sedie 

b) il tavolo e il divano 

c) il divano e l'armadio 

d) il tappeto e le sedie 

4) Quali oggetti ci sono sul comò? 

a) i libri 

b) le cornici 

c) i cosmetici 

d) le spazzole 

5) Com'è il bagno? 

a) è luminoso 

b) è poco accogliente 

c) è molto ampio 

d) è un po' buio

La mia città

Sono nata a Roma e penso che sia la città più bella del mondo. Io vivo in periferia ma tutti i weekend visito il centro con la mia famiglia. Il luogo che amo di più è Villa Borghese: potrei trascorrere intere ore a passeggiare lungo i viali alberati. Per raggiungere il parco, ci fermiamo sul Colle del Pincio: ammirare la Capitale dall'alto è sempre emozionante, soprattutto nei giorni di sole. Mi piace osservare i turisti che si guardano intorno con occhi stupiti e anch'io mi sento sempre un po' in vacanza. Di tanto in tanto, mi concedo un pomeriggio di shopping tra le vie del centro. A volte resto a osservare le vetrine delle boutique di lusso, mentre altre volte faccio acquisti nelle profumerie e nei negozi di vestiti. Quando ho bisogno di rilassarmi, mi regalo una passeggiata ai Fori Romani. Mi sembra di viaggiare nel tempo e mi sento felice. 

Hai capito il testo? 

1) Secondo l'autrice qual è la città più bella del mondo? 

a) Venezia 

b) Firenze 

c) Milano 

d) Roma 

2) Qual è il luogo della città più amato da chi scrive? 

a) Piazza di Spagna 

b) Piazza del Popolo 

c) Villa Borghese 

d) Il Pincio 

3) Cosa si può fare sul Colle del Pincio? 

a) Acquistare articoli di lusso 

b) Ammirare Roma dall'alto 

c) Sciare 

d) Prendere un autobus 

4) Cosa fa l'autrice lungo le vie del centro? 

a) Passeggia con gli amici 

b) Fa acquisti nei negozi 

c) Mangia un gelato 

d) Fotografa i monumenti 

5) Dove si rilassa l'autrice? 

a) Ai Fori Romani 

b) In periferia 

c) Nei Musei 

d) A casa